LA Riviera Dei cedri

cosa fare, dove mangiare

Il nome Riviera dei Cedri deriva dalla diffusa coltivazione del cedro, un agrume antichissimo le cui radici affondano nell’antichità classica e nell’ortodossia ebraica. Il cedro che cresce in quest’area è per gli ebrei la cultivar più pregiata, tant’è che i rabbini giungono ogni anno a Santa Maria del Cedro in cerca del Mêlon dell’albero dell’Eden, ovvero il cedro perfetto (Etrog in ebraico), destinato ad essere utilizzato come offerta votiva durante il rituale ebraico conosciuto come Festa della Capanne o dei Tabernacoli.

Riviera dei Cedri è la denominazione che ha acquisito la fascia del litorale tirrenico della Calabria, in provincia di Cosenza. Fanno parte della Riviera dei Cedri 22 comuni compresi fra Tortora e Paola.

Scalea

La Torre Talao, simbolo del paese, domina una lunghissima spiaggia fino alla celebre scogliera dell’Ajnella e le incantevoli grotte, spiaggette e cascatelle di acqua dolce. E poi il centro storico medievale, tra i più belli della Calabria, con le sue piazze, i suoi vicoli e i suoi monumenti e scorci da cartolina.

San Nicola Arcella

Una baia di acque cristalline, incantevoli calette e bellezze naturalistiche straordinarie, come il celebre Arcomagno, candidato ai Beni UNESCO. Un centro storico suggestivo, tra vicoli ricchi di tradizioni e panorami mozzafiato.  Sono questi gli ingredienti che fanno di San Nicola Arcella una delle più ricercate mete turistiche della Calabria tirrenica.

Praia a Mare

Ampie spiagge fronteggiate dalla placida Isola Dino, la più grande della Calabria, e le sue suggestive grotte. Il fascino senza tempo del Castello e della Torre di Fiuzzi. La vita che scorre sul Viale centrale e il soleggiato lungomare.

Diamante

La città dei murales e del peperoncino, dove è un piacere perdersi tra i vicoli, con i loro locali e botteghe tipiche, farsi rapire dal lungomare e le sue suggestioni, abbandonarsi sulla spiaggia dalle sabbie d’oro, inoltrarsi nel verde parco del Corvino.

Paola

La città che ha dato i natali a Francesco Martolilla, diventato santo nel 1519 sotto la benedizione di Papa Leone X. Attualmente Paola è il più importante scalo ferroviario della costa tirrenica calabrese.

Maratea

Maratea è una splendida cittadina dominata da un’imponente statua del Cristo Redentore, seconda per dimensioni solo a quella di Rio de Janeiro. E’ nota anche come la città delle 44 chiese, per i suoi numerosi edifici religiosi, cappelle e monasteri, tutti impreziositi da splendide opere d’arte, a cominciare dall’antica Basilica di San Biagio, dedicata al Santo Patrono.

Parco del Pollino

La Riviera dei Cedri non è solo mare. A due passi dalle spiagge, è facile raggiungere i 2 mila metri d’altezza del Parco Nazionale del Pollino, il più grande d’Italia, e immergersi nella natura e i suoi ritmi e tradizioni, tra specie iconiche come il pino loricato e un’offerta eno-gastronomica notevole per qualità e varietà.

dove mangiare

Ristoranti consigliati

La Piazzetta
Pizzeria
Piazza Caloprese

Giò Pub
Pub – Birreria
Via V.Emanuele III

La Rondinella 
Osteria
Piazza Spinelli

Tarì
Ristorante di Pesce
Piazza M. De Palma

avvia chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?